Sei in:  Home | Visite ed Esami | Elettromiografia e potenziali evocati
Condividi

Elettromiografia e potenziali evocati

Nell’ambulatorio di neurofisiopatologia del Centro Italiano Postura è possibile sottoporsi ad esami strumentali non invasivi per la diagnosi di patologie neuromuscolari.
Questi esami vengono coordinati dal neurologo ed eseguiti da un tecnico di neurofisiopatologia esperto in malattie del sistema nervoso periferico con l’ausilio di un elettromiografo.

E’ possibile eseguire, nello specifico, i seguenti esami neurofisiologici: 

Elettromiografia (ENG/EMG)

L’Elettromiografia (ENG/EMG) è un esame clinico-strumentale, poco invasivo, utilizzato oggi nella moderna medicina nella diagnosi delle malattie neuromuscolari. L’elettromiografia propriamente detta (EMG) serve a valutare la funzionalità dei muscoli mentre l’elettroneurografia (ENG) misura la velocità di conduzione dei nervi. L’obiettivo è quello di localizzare la lesione, valutare la gravità e l’evoluzione della patologia.
L’esame non è invasivo, vengono semplicemente utilizzati alcuni elettrodi e uno stimolatore per provocare la contrazione del muscolo selezionato ed analizzare il potenziale d’azione muscolare (elettroneurografia) e valutare il reclutamento delle fibre muscolari del muscolo selezionato sotto contrazione (elettromiografia). Questo esame può durare da 30 a 60 minuti a seconda del quesito diagnostico e dei muscoli interessati.
L'elettromiografia viene prescritto in tutti quei casi di neuropatie, radicolopatie, disfunzione del sistema nervoso vegetativo, ernie discali, sindrome del tunnel carpale, sindrome del tunnel tarsale, formicolio, cervicobrachialgia, gomito del tennista ecc. 

Potenziali evocati somatosensoriali (PESS)

I Potenziali Evocati somatosensoriali (PESS) sono esami non invasivi che studiano la risposta del sistema nervoso provocata da uno stimolo elettrico di bassa intensità. L’esame è indolore e viene eseguito attraverso l’utilizzo di alcuni elettrodi posizionati lungo la colonna e sul capo per registrare le risposte elettriche evocate dalla stimolazione di alcuni nervi al polso e alla caviglia.
Questo esame ha anch’esso una durata compresa fra i 30 ed i 60 minuti e viene richiesto per la diagnosi delle patologie del sistema nervoso periferico quali polineuropatie, plessopatie, radicolopatie; del sistema nervoso centrale; spondilosi cervicale, mielopatie; malattie demielinizzanti; patologia del tronco encefalico e degli emisferi cerebrali

Valutazione del Pavimento Pelvico

La valutazione del pavimento pelvico con l’analisi del potenziale evocato sensitivo da stimolazione clitoridea o peniena ci da informazioni sulle vie centrali e periferiche deputate al controllo della funzionalità del pavimento pelvico.
Oggigiorno vi sono vari disturbi che rientrano nei quadri di disfunzione del sistema genito- sfinterico e che possono ricondursi a cause di origine neurologiche o intrinseche all'apparato effettore.
La valuitazione del pavimento pelvico ci aiuta ad individuare lesioni a carico del pavimento pelvico, in modo da poter intervenire con differenti approcci sia di tipo chirurgico, farmacologico o fisiochinesioterapico.

Studio del Blink Reflex -Rfilesso Trigemino Faciale

Il Blink Reflex è lo studio delle patologie che coinvolgono il distretto trigemino facciale. Per l’esecuzione di questo esame si utilizzano alcuni elettrodi di superficie che vengono collocati sul muscolo orbicolare dell’occhio, una stimolazione elettrica sul forame sovraorbitario della branca oftalmica si registra il potenziale d’azione muscolare del nervo facciale e la risposta riflessa del nervo trigemino del lato stimolato.
Questo tipo di esame ha una durata di circa 40 minuti e viene prescritto nei casi di paralisi del nervo facciale, microdecompressione vascolare, nevralgia del trigemino ad altre patologie che coinvolgono il distretto cranico. 

Studio dell' Occlusione Dentale

Lo Studio dell'Occlusione Dentale è una elettromiografia di superficie che analizza l'attività dei muscoli masticatori durante la contrazione.
Tramite elettrodi di superficie, posti sul punto motore dei muscoli deputati alla masticazione, si registra il tracciato elettromiografico. Dall'analisi del tracciato sotto sforzo e durante contrazione, saremo in grado di stabilire se vi è un'asimmetria o sofferenza dei muscoli massetere, temporale e far diagnosi di malocclusione, spesso responsabile di problemi di masticazione, di degliutizione, di postura che possono condurre a, tensioni muscolari, mal di testa, cervicalgia e problemi articolari.
Questo tipo di esame viene spesso prescritto nei casi di sospetta malocclusione o di problemi della postura ed ha una durata di circa 40 minuti.

 

Norme di preparazione per gli esami neurofisiologici
Per tutti gli esami del laboratorio di neurofisiopatologia si raccomanda di non applicare sulla pelle creme, oli o lozioni che possano ostacolare la rilevazione delle correnti elettriche.
Non è necessario interrompere terapie farmacologiche, va inoltre segnalato al medico che esegue l’esame se si assumono anticoagulanti, se si è portatori di pace-maker o stimolatori elettrici o se si è affetti da patologie infettive.

Prestazione Prima disponibilità
Analisi dell' Occlusione Dentale Entro 2 giorni prenota
Elettromiografia 2 arti - ENG/EMG Entro 2 giorni prenota
Elettromiografia 4 arti - ENG/EMG Entro 2 giorni prenota
Potenziali evocati somatosensoriali 2 arti - PESS Entro 2 giorni prenota
Potenziali evocati somatosensoriali 4 arti - PESS Entro 2 giorni prenota
Studio del Blink Reflex -Riflesso Trigemino Faciale Entro 2 giorni prenota
Valutazione del Pavimento Pelvico Entro 2 giorni prenota
Domande frequenti
  • SI tratta di un esame poco invasivo e generalmente poco doloroso, è più probabile provare una sensazione di fastidio.

  • Si tratta di un esame sicuro e non esiste alcuna evidenza scientifica che l'elettromiografia possa danneggiare i nervi.

  • Nel caso di una elettromiografia ai 2 arti la durata è di circa 30 minuti, tra esecuzione e raccolta anamnesi e spiegazione dell'esame, invece per quella ai 4 arti la durata è di circa un'ora.

  • Generalmente ci si sottopone ad elettromiografia in caso di patologie a carico dei nervi periferici oppure, ad esempio, in caso di ernia del disco, protrusioni, stenosi del canale midollare, spondilolistesi, sindrome del tunnel carpale ecc.

L'équipe
Ciulla Carmela

Ciulla Carmela

Tecnico di Neurofisiopatologia

Ciulla Carmela

Ciulla Carmela
Tecnico di Neurofisiopatologia

Laureata in Tecniche di Neurofisiopatologia presso l'Università degli studi di Firenze, ha collaborato con l'Istituto Geriatrico "P. Redaelli", con la Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico "Carlo Besta", con l'Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza ed altre importanti strutture sanitarie private. Dal 2019 collabora con il Centro Italiano Postura in qualità di responsabile dell'ambulatorio di neurofisiopatologia per l'esecuzione di esami neurofisiologici quali elettromiografia (ENG/EMG), potenziali evocati somatosensoriali (PESS), valutazione del pavimento pelvico, studio del Blink Reflex - riflesso trigemino facciale e studio dell' occlusione dentale.

Notizie correlate
Quiz correlati
Cerca una Specialità
©2009-2017 - Centro Italiano Postura® - Via Vitruvio, 38 | 20124 Milano | P.IVA 07665500968 - Aut. san. ASL - MI n. 84858 del 5/11/2014
Informazione rispondente al D.Lgs n. 70 del 9 aprile 2003. Messaggio informativo diramato nel rispetto delle linea-guida FNOMCeO in attuazione degli art. 55, 56, 57 del Codice di Deontologia Medica. Autodichiarazione trasmessa a FNOMCeO a mezzo pec in data 12/02/2014 prot. nr. 01/MC.
Responsabile del sito: Gianluca Merchich - Sito aggiornato il 23/07/2019 20:07:54