Sei in:  Home | Blog | Ozonoterapia: una tecnica antica per combattere i sintomi dell'ernia del disco
Condividi

Ozonoterapia: una tecnica antica per combattere i sintomi dell'ernia del disco

martedý 27 novembre 2012 | di: Bonaccorso Michele

Bonaccorso Michele

Bonaccorso Michele
Specialista in Anestesia e Rianimazione Ozonoterapeuta

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2005 con lode presso l’Università degli Studi di Catania, quattro anni dopo si specializza in Anestesia e Rianimazione e si trasferisce a Milano dove inizia la sua attività professionale.
L’esperienza acquisita nell’ambito della terapia antalgica lo spinge a cercare altre e nuovo soluzioni terapeutiche per aiutare il paziente nella gestione del dolore. Dopo un ulteriore percorso formativo presso la Società di Ossigeno-Ozono Terapia (SIOOT) diventa Ozonoterapeuta, attività che svolge presso il nostro Centro. 
Attualmente è anestesista presso l’Ospedale San Giuseppe di Milano e responsabile dell'ambulatorio di terapia del dolore dell'Istituto Ospedaliero MultiMedica di Castellanza.

Ozonoterapia: una tecnica antica per combattere i sintomi dell'ernia del disco

L’ Ozonoterapia ha avuto un gran successo solo negli ultimi tempi ma non è affatto una terapia nuova. La sua storia comincia in Germania. Il precursore dell’uso dell’Ozono per scopi medici fu Weiner Von Siemens che nel 1857 costruì il primo tubo a induzione per la distruzione di microorganismi. Nella seconda decade del XX secolo un altro tedesco, il chimico Justus Barone Von Liebig, fu il primo a studiare le applicazioni dell’Ozono per uso umano, approfittando della tecnologia sviluppata da Siemens.

Tra le patologie trattabili con l’ozono il mal di schiena è certamente la patologia più diffusa.
L’ozono può essere utilizzato per trattare la lombalgia causata da un ernia del disco oppure una protrusione discale in modo efficace e pressoché indolore. La terapia consiste in 4 iniezioni intramuscolari paravertebrali a livello del disco erniato seguite da un delicato massaggio per favorire la diffusione del gas iniettato. Di solito i primi benefici si avvertono dopo la quarta-quinta seduta. L’Ozono nella patologia discale ha un azione antalgica, antinfiammatoria, miorilassante e può ridurre le dimensioni di un’ernia, risultando perciò il trattamento elettivo.
Oltre all’ernia del disco le potenzialità terapeutiche dell’ozono possono essere utilizzate in altri ambiti che vanno da quello ortopedico-reumatologico (artrosi, periartrite scapolo-omerale, artrite reumatoide, fibromialgia) a quello internistico (rinite allergica ed asma, disbiosi intestinale, infezioni resistenti, cefalee vasomotorie) fino a quello dermatologico ed estetico (acne, cellulite, rivitalizzazione viso).

A questo punto la domanda sorge spontanea: ma come fa una sola molecola ad avere tante indicazioni terapeutiche? L’Ozono è un potente riattivante del microcircolo e legandosi alla membrana dei globuli rossi apporta più ossigeno ai vari distretti, attiva il metabolismo locale e migliora la circolazione veno-linfatica.
Inoltre stimola il sistema immunitario, ha un azione antibatterica, fungicida ed antivirale.
Infine è molto importante ricordare che la terapia avviene in assenza di reazioni allergiche e priva di possibili interazioni con farmaci.

  • Currently 3,6/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

3.6 su 5 da 15 voti
Cerca una Specialità
Visite ed Esami per te
©2009-2017 - Centro Italiano Postura® - Via Vitruvio, 38 | 20124 Milano | P.IVA 07665500968 - Aut. san. ASL - MI n. 84858 del 5/11/2014
Informazione rispondente al D.Lgs n. 70 del 9 aprile 2003. Messaggio informativo diramato nel rispetto delle linea-guida FNOMCeO in attuazione degli art. 55, 56, 57 del Codice di Deontologia Medica. Autodichiarazione trasmessa a FNOMCeO a mezzo pec in data 12/02/2014 prot. nr. 01/MC.
Responsabile del sito: Gianluca Merchich - Sito aggiornato il 23/07/2019 20:07:54