Sei in:  Home | Notizie | Prenditi cura del tuo intestino, richiedi il Check-up Intestinale
Condividi

Prenditi cura del tuo intestino, richiedi il Check-up Intestinale

11 July 2017 | di: De Flaviis Francesca

De Flaviis Francesca

De Flaviis Francesca
Biologo Nutrizionista

Laureata nel 2009 in Scienze Biologiche (indirizzo fisiopatologico) presso l’Università degli Studi dell’Aquila e nel 2012 in Biologia Applicata alle Scienze della Nutrizione, con il massimo dei voti, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il percorso accademico acquisisce conoscenze in nutrizione clinica e preventiva presso il Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione-Campus Cascina Rosa di Milano. Nel 2012 consegue l’abilitazione all'esercizio della professione di Biologo e nel 2013 si iscrive all’ ordine Nazionale dei Biologi sezione A (AA_067860). Nel 2017 perfeziona le sue conoscenze in Nutrizione e Longevità presso il Dipartimento di Medicina e Specialità Mediche (Di.M.I), il Genoa Aging and Longevity Center (G.A.L.C.) e la Scuola di Scienze Mediche e Farmaceutiche dell'Università degli Studi di Genova. Esercita la libera professione come Biologa Nutrizionista presso il Centro Italiano Postura.

Prenditi cura del tuo intestino, richiedi il Check-up Intestinale

All’interno del nostro intestino albergano circa 400 specie batteriche differenti che costituiscono la nostra flora batterica, oltre a miceti e clostridi, che convivono in condizioni di equilibrio. Quando però questo equilibrio viene meno e si protrae nel tempo si possono riscontrare numerose problematiche sia a carico dell’intestino che di tutto organismo.

Infatti l’alterazione della flora batterica può dare origine ad intolleranze alimentari e/o allergie alimentari e non, a squilibri del sistema immunitario, a malattie fungine come la candidosi recidivante, a infezioni uro-vaginali, a disturbi intestinali quali stitichezza o diarrea, a dermatiti e altre patologie.
Anche l’uso eccessivo e prolungato di particolari farmaci come antibiotici e lassativi può compromettere la flora batterica intestinale.

Per questo motivo è importante indagare la fisiopatologia intestinale attraverso una serie di analisi eseguite direttamente su feci ed urina.

Il nostro check-up intestinale è composto dai seguenti esami:

  • Sangue occulto nelle feci: questo test permette di rilevare con diagnosi precoce sanguinamenti di origine preoncogena ed è, ancor oggi, il test più semplice di prevenzione tumorale del colon-retto.
  • Esame chimico-fisico e microscopico delle feci: con questo esame si ottengono informazioni relative alla stato di assorbimento, motilità e digestione del nostro intestino, oltre ad evidenziare l’eventuale presenza di parassiti intestinali.
  • Disbiosi Test: il dosaggio dello Scatolo e Indicano nelle urine evidenzia lo stato di eventuale alterazione della flora batterica intestinale sia nel numero che nella composizione (disbiosi fermentativa e/o putrefattiva).
  • Zonulina fecale: la Zonulina, proteina che regola la permeabilità intestinale, ha il compito di dilatare gli interstizi degli enterociti provocando maggiore o minore permeabilità. La maggior permeabilità intestinale è determinante in molte patologie intestinali, tra cui patologie da assorbimento di glutine, intolleranze alimentari, colon irritabile.
  • Calprotectina fecale: La Calprotectina, contenuta nel citoplasma dei Granulociti Neutrofili, è una proteina con attività antimicrobica ed il suo dosaggio nelle feci (stabile per sette giorni) consente di valutare il grado di infiammazione intestinale.

Richiedi il tuo check-up, chiama il nostro Centro al numero  02 67075432.

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Diventa il primo a votare questa notizia!

0 su 5 da 0 voti
Cerca una Specialità
©2009-2017 - Centro Italiano Postura® - Via Vitruvio, 38 | 20124 Milano | P.IVA 07665500968 - Aut. san. ASL - MI n. 84858 del 5/11/2014
Informazione rispondente al D.Lgs n. 70 del 9 aprile 2003. Messaggio informativo diramato nel rispetto delle linea-guida FNOMCeO in attuazione degli art. 55, 56, 57 del Codice di Deontologia Medica. Autodichiarazione trasmessa a FNOMCeO a mezzo pec in data 12/02/2014 prot. nr. 01/MC.
Responsabile del sito: Gianluca Merchich - Sito aggiornato il 17/11/2017 12.12.13