Sei in:  Home | Blog | Ossigeno-ozono terapia: il trattamento del piede diabetico
Condividi

Ossigeno-ozono terapia: il trattamento del piede diabetico

13 April 2018 | di: Bonaccorso Michele

Bonaccorso Michele

Bonaccorso Michele
Specialista in Anestesia e Rianimazione Ozonoterapeuta

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2005 con lode presso l’Università degli Studi di Catania, quattro anni dopo si specializza in Anestesia e Rianimazione e si trasferisce a Milano dove inizia la sua attività professionale.
L’esperienza acquisita nell’ambito della terapia antalgica lo spinge a cercare altre e nuovo soluzioni terapeutiche per aiutare il paziente nella gestione del dolore. Dopo un ulteriore percorso formativo presso la Società di Ossigeno-Ozono Terapia (SIOOT) diventa Ozonoterapeuta, attività che svolge presso il nostro Centro. 
Attualmente è anestesista presso l’Ospedale San Giuseppe di Milano e responsabile dell'ambulatorio di terapia del dolore dell'Istituto Ospedaliero MultiMedica di Castellanza.

Ossigeno-ozono terapia: il trattamento del piede diabetico

L'ulcera diabetica è una lesione che coinvolge non solo i tessuti cutanei, ma anche i tessuti sottocutanei e ossei spesso localizzata nel piede.
Le lesioni ulcerose del piede diabetico, spesso accompagnate da infezioni batteriche, sono una conseguenza di alterazioni vascolari e nervose della patologia diabetica.
L'Ossigeno Ozono - Terapia è una metodica medica che prevede l'iniezione di una miscela di ossigeno e ozono nel sangue o nei tessuti e può essere praticata attraverso diverse vie di somministrazione quali infiltrazioni locali sottocutanee, iniezioni intramuscolari e intrarticolari e auto-emoinfusioni.
L’ossigeno - ozono terapia trova inoltre applicazione in numerose patologie a carico dell'apparato osteo-articolare e muscolo-scheletrico con sintomatologia dolorosa come ernia del disco e protusione discale. Il suo impiego è efficace sia nelle affezioni infiammatorie acute, sia in quelle cronico-degenerative.
Nel trattamento del piede diabetico la terapia, non invasiva e per nulla dolorosa, consiste nel far mettere al paziente il piede affetto da ulcera diabetica in una sacca, che viene fissata all’arto in maniera ermetica per evitare la fuoriuscita del gas, e nella quale viene immesso un certo quantitativo di ozono, lasciando agire l’ozono per circa 20 minuti e ripetendo il trattamento due volta a settimana per 4 o 5 settimane. Naturalmente il numero di sedute varia da paziente a paziente e soprattutto in base alla gravità dell’ulcera.
Nella gran parte dei pazienti, dopo l’ossigeno-ozono terapia si assiste alla scomparsa dell'infezione batterica e l'ulcera diabetica inizia gradualmente a progredire, evitando così il gravissimo rischio di amputazione dell'arto.
Infine è importante sottolineare che la terapia con ossigeno-ozono avviene in assenza di reazioni allergiche ed è priva di possibili interazioni con farmaci.

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

5 su 5 da 1 voti
Cerca una Specialità
©2009-2017 - Centro Italiano Postura® - Via Vitruvio, 38 | 20124 Milano | P.IVA 07665500968 - Aut. san. ASL - MI n. 84858 del 5/11/2014
Informazione rispondente al D.Lgs n. 70 del 9 aprile 2003. Messaggio informativo diramato nel rispetto delle linea-guida FNOMCeO in attuazione degli art. 55, 56, 57 del Codice di Deontologia Medica. Autodichiarazione trasmessa a FNOMCeO a mezzo pec in data 12/02/2014 prot. nr. 01/MC.
Responsabile del sito: Gianluca Merchich - Sito aggiornato il 16/04/2018 19.45.42