Sei in:  Home | Blog | Allergie alimentari nei bambini: le pi¨ frequenti
Condividi

Allergie alimentari nei bambini: le pi¨ frequenti

26 September 2017 | di: Merchich Luca

Merchich Luca

Merchich Luca
Co-fondatore

Nel 2002 consegue la laurea in Economia e commercio, nel 2005 si trasferisce in Svizzera dove consegue con il massimo dei voti il Master of Advanced Studies in Health Economics and Management presso la Swiss School of Public Health, Università della Svizzera Italiana. Dopo alcuni anni presso l'Ente Ospedaliero Cantonale in Ticino, ritorna in Italia per lavorare come consulente direzionale per Regioni, ASL, strutture sanitarie private e alcuni importanti Atenei italiani. Nel 2013 fonda insieme a Silvia Elia, il Centro Italiano Postura.
Attualmente è docente di Market driven management e di Economia Sanitaria presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca.

 

Allergie alimentari nei bambini: le pi¨ frequenti

Le allergie alimentari rappresentano un problema sin dall’età pediatrica, infatti circa l’8% dei bambini scopre di essere allergico a qualche alimento prima dei due anni e spesso ci si affida a metodi empirici e rimedi della nonna (togli il glutine, metti le uova, togli il latte, ecc.) per cercare di capire se il bambino abbia o meno delle allergie o a cosa sia allergico.
Ecco gli alimenti più comuni che possono causare allergie (Ministero della Salute):

  • Frumento
  • Arachidi
  • Soia
  • Frutta a guscio
  • Uova
  • Latte
  • Pesce, crostacei e molluschi

Se ti occorrono maggiori informazioni o hai dei dubbi puoi chiamarci  al numero 02 67075432 o scriverci, i nostri nutrizionisti e specialisti saranno lieti di risponderti e darti tutti i consigli del caso.

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Diventa il primo a votare questa notizia!

0 su 5 da 0 voti
Cerca una Specialità
Visite ed Esami per te
©2009-2017 - Centro Italiano Postura® - Via Vitruvio, 38 | 20124 Milano | P.IVA 07665500968 - Aut. san. ASL - MI n. 84858 del 5/11/2014
Informazione rispondente al D.Lgs n. 70 del 9 aprile 2003. Messaggio informativo diramato nel rispetto delle linea-guida FNOMCeO in attuazione degli art. 55, 56, 57 del Codice di Deontologia Medica. Autodichiarazione trasmessa a FNOMCeO a mezzo pec in data 12/02/2014 prot. nr. 01/MC.
Responsabile del sito: Gianluca Merchich - Sito aggiornato il 15/12/2017 15.05.24